ccfr

Un Corso Certificato davvero speciale

Nella vita capitano opportunità strane, inaspettate.

Ecco cosa è successo in Colkim. In Maggio siamo stati contattati da Andrea Gentili, della Hampton Tecnico Sanitaria di Roma, che chiedeva la nostra disponibilità a realizzare un corso personalizzato per un cliente veramente particolare: il carcere di Frosinone.

La decisione è stata unanime e immediata: l’avremmo fatto e gratuitamente. Sapevamo che sarebbe stato impegnativo tuttavia sentivamo di voler concretizzare un aiuto per dare un segno di vicinanza offrendo la nostra pluriennale professionalità con i Corsi Certificati.

Dalla prima richiesta alla realizzazione è passato pochissimo tempo sebbene ci fossero da portare avanti i tanti impegni e progetti già in agenda. In Luglio Aldo Gelli e Maurizio Bocchini hanno tenuto un corso di due giornate per dei discenti specialissimi: i detenuti della Casa Circondariale di Frosinone.

I corsi che si svolgono nelle carceri hanno l’obiettivo di offrire delle opportunità a coloro che, scontata la pena, dovranno cercare un lavoro per iniziare una nuova vita.

È difficile immaginare ciò che si prova ad entrare in un carcere anche solo per motivi lavorativi. Aldo e Maurizio sono rimasti impressionati dalle misure di sicurezza con i cancelli che si chiudevano dietro di loro e l’impossibilità di far entrare qualsiasi oggetto. Tutto questo fa sentire davvero isolati dal mondo esterno.

Proprio in contrasto con questa sensazione, hanno potuto rilevare ed apprezzare la volontà e la capacità dei responsabili del carcere per dare speranze e opportunità concrete ai detenuti.

Con grande sorpresa hanno trovato dei discenti attentissimi, curiosi, coinvolti, che hanno dato la soddisfazione più grande a tutti noi che abbiamo preparato e realizzato il corso con la consueta passione, precisione e scrupolosità.

Ecco la lettera del Carcere che ci ha veramente fatto piacere ricevere:

 —

Si ringraziano Andrea Gentili e Vittorio Cané che hanno curato i contatti con Francesco Cocco, Luisa Pesante e Rosa Maria Luporuggiero, Responsabili della Casa Circondariale di Frosinone.