SQUIT: l’erogatore con il 100% di plastica riciclata

Vivono in quasi tutti gli ambienti e alcune specie hanno una diffusione globale! Presentano un alto tasso riproduttivo ed un estremo opportunismo alle condizioni ambientali e alle abitudini alimentari! La vista è il loro senso meno sviluppato ma possono contare su un ottimo olfatto, gusto, tatto e udito!

Possiedono una notevole memoria cinetica, sono neofobici e hanno un comportamento tigmotattico… in poche righe ecco le caratteristiche principali dei nostri roditori sinantropici, Mus musculus, Rattus norvegicus e Rattus rattus.

Grazie ad un attento studio delle caratteristiche dei roditori sinantropici, sommato all’esperienza tecnica sviluppata negli anni, Colkim ha progettato un nuovo e innovativo erogatore d’esca.

Squit, oltre a rispettare le caratteristiche degli erogatori d’esca, è stato sviluppato per garantire la migliore operatività e sicurezza per gli addetti ai lavori: la chiusura a chiave (inclusa per ogni erogatore), la possibilità di fissaggio, il materiale anti-assorbente, il sistema di fissaggio interno per l’esca, i colori poco attrattivi e l’impossibilità di accesso all’esca per i bambini e animali no-target sono solo alcune di questa importanti caratteristiche.

Squit è molto di più: 

✅ Cerniere nautiche che garantiscono l’assenza di usura nel tempo e quindi la non separazione, neppure accidentale, del coperchio dal corpo dell’erogatore.

Vaschetta interna removibile per alloggiare in sicurezza il derattizzante, evitando così qualsiasi fenomeno di dispersione accidentale del prodotto ma allo stesso tempo garantendo la possibilità di pulizia della stessa.

✅ Base interna ruvida che garantisce una sicurezza tattile del roditore diminuendo il suo neofobismo.

✅ Fori laterali per garantire sgrondo delle acque meteoriche.

✅ Angolo d’inclinazione posteriore appositamente studiato per garantire continuità tra parete e pavimento sia in aree esterne che interne.

Ma non finisce qui, Squit è un prodotto Made in Italy realizzato con il 100% di plastica riciclata (conforme alla norma UNI 10667/3), questo lo rende ecologico, amico dell’ambiente e sostenibile.

Flysan: trappola a feromone

Gli adulti di Thaumetopoea pityocampa (Processionaria del pino) sono delle farfalle notturne con una durata di vita molto breve (uno/due giorni) e sono presenti durante il periodo estivo da maggio/giugno sino a settembre, in funzione delle condizioni ambientali.

Solitamente gli esemplari maschi escono prima dai rifugi rispetto alle femmine che, dopo un periodo di inattività, attirano per la riproduzione grazie ad un feromone specifico. Dopo l’accoppiamento la femmina depone le uova (da 100 a 300) lungo gli aghi di pino ricoprendole con scaglie che preleva del proprio addome.

Proprio per contrastare questo infestante durante il periodo estivo, ed impedire l’ovideposizione da parte delle femmine, Colkim ha introdotto una trappola a feromoni, specifica per la cattura di specie adulta di processionaria del pino, la Flysan®. Si tratta di una trappola da installare durante il periodo di volo dell’insetto e da “attivare” con lo specifico feromone sessuale femminile attrattivo per i maschi.

 

 

Da appendere ai pini, Flysan® è costituita da un materiale plastico particolare che la rende resistente allo sfregamento contro la corteccia dei pini. Il numero di trappole da posizionare varia in funzione dell’area da controllare (da 1-2 a 4-5 per ettaro).

Flysan® garantisce quindi un controllo della Processionaria del Pino, senza utilizzo di insetticidi.

Guarda il video dimostrativo del montaggio della trappola:

Processionaria del pino: la trappola ecologica!

La Thaumetopoea pityocampa (Processionaria del pino) è un lepidottero defogliatore che attacca generalmente i Pini (Pinus nigra, Pinus silvestris) ma può danneggiare anche altri Pinus ed eccezionalmente i Larix e i Cedrus. Le larve di questo insetto formano dei nidi sericei che inglobano anche aghi della pianta parzialmente erosi.

 

In funzione delle condizioni climatiche, da febbraio ad aprile, le larve iniziano a scendere lungo il tronco (in processione) verso un luogo adatto nel terreno dove formano le crisalidi ed entrano in diapausa.

Per contrastare questo infestante, Colkim ha introdotto una trappola totalmente ecologica, la Procesan®. Si tratta di una trappola a collare da applicare attorno al tronco del Pino, con lo scopo di intercettare le larve in discesa e convogliarle in un apposito contenitore dove catturale.

 

 

Le caratteristiche principali del Procesan sono il materiale che si adatta perfettamente alla corteccia del Pino, la lunghezza della banda (fino a 400 cm) adatta a pini con diametro del tronco molto elevato, la banda trasparente rialzata per impedire la fuga delle larve ma soprattutto il contenitore per le larve in plastica rigida, perfettamente inserito nella struttura, che garantisce la non caduta dello stesso come accade con le normali trappole a sacchetto.

Naturalmente la Procesan® è stata studiata per resistere alle intemperie e quindi essere riutilizzabile per più anni.

 

Guarda il video dimostrativo del montaggio della trappola:

PestMed Expo 2022

Riparte l’evento fiera del Pest Management e della Sanificazione

Dal 30 marzo al 1 aprile 2022, Bologna ospiterà la nuova edizione del PestMed la fiera di riferimento per l’Italia dedicata ai professionisti del Pest Management e della sanificazione.  Con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, l’evento verrà ospitato al polo fieristico Bologna Fiera. 

Cos’è PestMed

Il Pest Med è un evento fieristico dedicato agli operatori dell’igiene ambientale, civile e della sicurezza degli alimenti. Nato con l’obiettivo di riunire i principali esperti del settore, fornisce un’importante occasione di incontro tra produttori ed utilizzatori. Per l’edizione 2022, sono stati dedicati oltre 6000 mq di spazio espositivo con la partecipazione di oltre 70 aziende.

A chi si rivolge PestMed

  • Professionisti delle aziende per il Pest Control
  • Responsabili della sicurezza e sanificazione
  • Società professionali

Quali sono i settori merceologici di riferimento?

Di seguito una lista dei principali settori merceologici:

  • Prodotti e servizi
  • Attrezzature ed accessori per la disinfestazione
  • Derattizzazione e allontanamento volatili
  • Software e sistemi informatici

Perché partecipare al PestMed

Durante le 3 giornate di fiera, si avrà la possibilità di conoscere non solo gli oltre 3000 prodotti presentanti ma anche le ultime novità di settore. All’interno dei padiglioni, verrà dedicata un’intera area dove si potranno seguire convegni e workshop altamente formativi sui temi più importanti della disinfestazione e della sanificazione.

Ecco il link con la lista dei convegni e dei workshop: clicca qui

Informazioni utili:

Colkim sarà presente padiglione 32 stand A1 e al padiglione 31 stand C3

Per maggiori info: clicca qui

Per Iscriversi: clicca qui

Guarda il video:

A Infestalia, tornano i corsi in presenza!

Riaprono le porte di Infestalia, la Scuola della Disinfestazione.

Gli ambienti, creati appositamente per un migliore apprendimento delle tecniche di Pest Management, sono pronti per accogliervi nuovamente.

I corsi sono rivolti agli imprenditori e agli operatori e toccano i principali aspetti legati al mondo della disinfestazione.

Ovviamente, nel rispetto della sicurezza di tutti.

We are exhibiting at Parasitec, Paris, from the 17th to the 19th of november 2021

In 2018, over 3,200 visitors have joined us at the Paris Event Center Villette, thus strengthening the position of PARASITEC PARIS as the leading Pest Control & Public Health International Exhibition in Europe.

Once again in 2021, laboratories, formulators, and specialized manufacturers from about 30 different nations, will welcome you on an exhibition area of 4,250 m² even more comfortable.

You will meet and interact with the leading experts while also discovering the latest innovations from the most complete offer on the market.

Parasitec 2021 will be held on November 17, 18 and 19, 2021 at the Paris Event Center, Porte de la Villette.

We will be at stand D192. Come and visit us!

La linea di rodenticidi Colkim nel rispetto del D.L. n.102

Da sempre attenta all’ambiente, alla sicurezza delle persone e sempre vicina ai Pest Control Operator (PCO), Colkim ha sviluppato una linea di rodenticidi in diverse formulazioni, già autorizzati come biocidi e Trained Professional che rispettano il D.L. n°102 del 30/07/20 relativo all’emissione di determinate sostanze pericolose che siano classificate come cancerogene o tossiche per la riproduzione o mutagene (H340, H350 e H360).

Tra i blocchi paraffinati ricordiamo: lo Storm® Ultra secure a base di Flocumafen 0,025% che non presenta nessuna frase di rischio e contiene un agente coesivo insapore che rende i blocchi molto resistenti a temperature estreme, oltre a Solo® 25 a base di Brodifacoum 0,025% (H373) che ha una maggiore appetibilità ed è autorizzato per uso in fogna con erogatore e ancora Brocum Blocchi Light, sempre a base di Brodifacoum, e Generation Block a base di Difetialone 0,025% (H373).

La gamma dei prodotti Colkim si amplia con le esche in pasta fresca, tra cui il Brodim Light a base di Brodifacoum 0,025% (H373) e il Generation Pat a base di Difetialone 0,025% (H373), confezionate in bustine di carta filtro contenenti sostanze appetenti mentre tra i Pellet disponiamo del Brocum Pellet Light a base di Brodifacoum 0,025% (H373).

Inoltre, in evidenza troviamo il Rodifen Liquido 26esca liquida a base di Difenacoum 0,026% (H373) utilizzabile in appositi dispenser brevettati in aree con assenza o poca acqua.

Grazie alla vasta gamma di soluzioni, Colkim garantisce una protezione attenta da tutti i roditori infestanti (Rattus norvegicusRattus rattus e Mus domesticus) nel rispetto della normativa vigente.

Regolamento UE 382/2021 (modifiche sull’igiene degli alimenti): nuove opportunità per i PCO

Se la vostra azienda annovera fra i propri clienti anche le Industrie Alimentari, troverà molto interessante questo articolo, redatto da Michele Ruzza.

Infatti, il nuovissimo regolamento sull’igiene degli alimenti dà spunti e stimoli per fornire un servizio eccellente, contemplando molti aspetti che devono diventare un punto di partenza per consolidare o migliorare il rapporto con chi opera in tutta la filiera alimentare.

Risolvere problemi e anticipare le future richieste delle industrie con cui collaborate, saranno per voi punti di forza inestimabili.

 

REGOLAMENTO UE 382/2021

MODIFICHE SULL’IGIENE DEGLI ALIMENTI

Il 3 marzo 2021 la Commissione Europea ha emanato il regolamento (UE) 2021/382 che modifica gli allegati I e II del Regolamento (CE) n°852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio sull’igiene dei prodotti alimentari per quanto riguarda la gestione degli allergeni alimentari, la ridistribuzione degli alimenti e la cultura della sicurezza alimentare.

Fermo restando che le principali modifiche risultano legate alla questione degli allergeni alimentari (ricordiamo che circa il 4,0% della popolazione mondiale soffre di allergie alimentari)  e alle modifiche nell’etichettatura, che hanno portato ad un regolamento specifico (Reg. UE 1169/2011), si possono evidenziare dei punti importanti per le Aziende che operano nel Pest Management.

Sul fronte degli allergeni si può identificare infatti come risulta importante per le Aziende produttrici e distributrici di biocidi avere, per i prodotti che vengono utilizzati all’interno delle Aziende Alimentari, l’elenco degli allergeni da fornire al cliente o avere prodotti non contenenti gli 8 principali allergeni alimentari (latte, uova, pesce, cereali con glutine, crostacei, nocciole, arachidi e soia) così come indicato nell’Allegato II del Reg. UE n° 1169/2011.

Andando invece nel dettaglio dell’allegato del Reg. UE n° 2021/382 si può identificare come siano stati introdotti due nuovi capitoli e, da una attenta lettura degli stessi, si evidenziano dei punti che devono essere a conoscenza a chi opera nell’Integrated Pest Management, in quanto possono diventare sicuro e attento spunto per rendersi parte integrante per una sempre migliore gestione dei servizi in un’ottica di garanzia, qualità e sicurezza degli alimenti.

Entrando nel dettaglio dell’allegato del Reg. UE n°2021/382 viene introdotto dopo il Capitolo V il Capitolo V bis “Ridistribuzione degli alimenti” che evidenzia che risulta possibile, da parte degli operatori del settore alimentare, ridistribuire alimenti ai fini di donazione alimentare sulla base di varie condizioni. Fermo restando che, come specificato, la ridistribuzione deve ottemperare a quanto previsto all’art. 14, paragrafo 2 del Reg. CE 178/2002 è interessante osservare come  al Punto 2 – Capoverso 2 si identifica che “gli operatori del settore alimentare che manipolano gli alimenti di cui al punto 1 devono valutare…[omissis]…l’integrità dell’imballaggio”. Un occhio critico nel Pest Management, fermo restando un controllo già eseguito a monte dei parassiti specifici delle aziende alimentari, evidenzia in questo particolare punto la necessità di un attento controllo dei parassiti opportunistici (in particolare muridi) al fine di evidenziare danni secondari con contaminazione/rosura degli imballi, con quindi piani di Pest Monitoring in quelle aree ove i prodotti possano essere stoccati prima che gli stessi vengano ridistribuiti.

Ancora più coinvolgente per un Pest Control Operator è invece il Capitolo XI bis “Cultura della sicurezza alimentare” dove vi sono due punti tra loro altamente interconnessi.

Al Punto 1 si evidenzia subito come “gli operatori del settore alimentare devono istituire e mantenere un’adeguata cultura della sicurezza alimentare, e fornire prove che la dimostrino,…[omissis]…”. Tale primo punto sembra avere una forte congruità con le attuali certificazioni volontarie quali la BRC Food ver.8 e la  IFS Food V7, dove per la BRC al paragrafo 4.14.2 si identifica che “i registri (relativi alla gestione degli  infestanti); che  possono essere in formato cartaceo, elettronico o parte di un sistema con specifiche on line” mentre la IFS al requisito 4.13.4 si evidenzia come “le ispezioni volte al controllo degli infestanti e le azioni risultanti devono essere documentate” e che “l’attuazione delle azioni deve essere monitorata e registrata”.

Andando ad analizzare anche il Punto 2, dove viene richiesto l’impegno da parte della dirigenza a diverse azioni tra cui “la verifica che i controlli vengano eseguiti puntualmente e in maniera efficace e che la documentazione sia aggiornata e che “sia garantito che il personale disponga di attività di formazione e di una supervisione adeguata sembra quasi di rileggere il punto della IFS Food V7 dove al requisito 4.13.3 viene proprio richiesto che “Una persona dell’azienda deve essere nominata e formata al fine di monitorare le misure di controllo degli infestanti” e che “anche se il servizio di controllo degli infestanti è esternalizzato, le responsabilità delle azioni necessarie (compresa la supervisione continua delle attività di controllo degli infestanti) rimangono all’interno dell’azienda”

Si può quindi dire che, da una attenta analisi del Regolamento UE 382/2021 – Modifiche Sull’igiene Degli Alimenti, sia evidente come le Aziende che producono e commercializzano Biocidi utilizzati nella filiera alimentare debbano garantire una sempre maggiore qualità in merito ad attrezzature e prodotti forniti al fine di evitare qualsiasi tipo di contaminazione, garantendo al contempo una costante formazione agli operatori del settore alimentare e alle Aziende di Pest Control che dovranno, in un’ottica di costante e condivisa collaborazione,  fungere come un vero e proprio operatore del settore alimentare. Grazie ad attenti piani di controllo, analisi dei rischi e ad una corretta documentazione i PCO sono chiamati a garantire e implementare la cultura della sicurezza alimentare.

Anosan: il disinfettante del futuro

La ricerca del team R&S di Colkim ha identificato un disinfettante che non contiene alcol, aldeidi, coloranti e profumazioni: l’Anosan. 

Anosan:

  • non è tossico, risultando quindi ipoallergenico e non-irritante
  • non danneggia le superfici 
  • è innocuo per uomini e animali

Anosan è:

  • un Biocida (PT2-PT4) e contiene un principio attivo approvato dall’ECHA (Ipoclorito di sodio 0,08%, Cloruro di sodio 0,4%)
  • testato secondo le norme EN14476, EN13623, EN1276
  • conforme alla UNI:EN901 (prodotto destinato al trattamento delle acque per uso umano) 
  • certificato contro SARS-CoV-2, Batteri, Funghi, Spore e Virus (Coronavirus, Sars, Mers)

I campi di applicazione sono molteplici in quanto può essere utilizzato in Ospedali, Case di Riposo, Studi Medici, Bar, Ristoranti, Hotel, Uffici, Aziende Alimentari, Grande Distribuzione, Strutture Scolastiche, Strutture Sportive, ecc.

Confrontandolo con altri disinfettanti di uso comune, Anosan presenta un meccanismo d’azione decisamente più performante e sicuro non avendo alcun effetto indesiderato:

 

Tabella comparativa tra Anosan e altri trattamenti fisici classici:

 

Anosan, costituito da una soluzione salina elettrochimicamente attivata, è idoneo per la disinfezione di tutte le superfici e oggetti: grazie all’alta qualità del processo produttivo utilizzato, ha un elevato potenziale Redox (> 750 mV) che distrugge, per ossidazione, batteri, virus e funghi.

Campi applicativi

DISINFEZIONI SUPERFICI

Anosan può essere utilizzato ovunque: negli ospedali (certificato VAH), nelle cucine, nelle attività commerciali, nei ristoranti e negli ambienti domestici. Per ottenere una corretta disinfezione, è necessario un solo minuto di contatto con la superficie per rimuovere batteri, virus, funghi e spore e non è richiesto nessun risciacquo dopo l’utilizzo. Inoltre, l’accidentale contatto con i cibi, non produce effetti dannosi.

DISINFEZIONI AMBIENTI

È sufficiente una modesta quantità di Anosan per la disinfezione degli ambienti. Non essendo aggressivo sui tessuti, è possibile utilizzarlo anche all’interno delle autovetture e in ogni altro ambiente sensibile.

DISINFEZIONE ACQUA

Il processo produttivo di Anosan, permette di eliminare all’interno dell’acqua: legionella, batteri, virus e residui organici e, in poche settimane, anche il biofilm che si deposita nelle tubature. Grazie ad una concentrazione di solo l’1% per ogni metro cubo di acqua, è possibile potabilizzare i corpi idrici.

SETTORE FOOD

Anosan permette una riduzione dei batteri e dei microorganismi durante tutti i processi di trasformazione e conservazione degli alimenti ed è indicato per il lavaggio e conservazione di frutta e verdura in genere. Consente una riduzione di germi nelle industrie di trattamento e trasformazione delle carni e dei prodotti ittici, oltre ad essere idoneo per il trattamento dell’acqua per ghiaccio.

Anosan è applicabile con ogni attrezzatura disponibile sul mercato:

Panni per le piccole superfici

Pompe manuali a pressione per interventi mirati su superfici quali pavimenti, piastrellature di cucine, ecc

Nebulizzatori ULV per saturazione di locali di piccole/medie dimensioni quali bar, ristoranti, uffici

Macchine per nebbia secca per la saturazione volumetrica dei grandi spazi commerciali o delle aziende alimentari

Le diluizioni d’uso di Anosan variano in funzione della tipologia di attrezzatura utilizzata e della frequenza degli interventi:

Con un unico prodotto è possibile garantire la corretta disinfezione di ogni ambiente e di ogni superficie, in totale sicurezza per il personale operante, rispettando l’ambiente.

 

 

Advion Esca Mosche, un alleato imbattibile!

Il controllo delle Mosche, come di tutti gli altri infestanti di interesse igienico-sanitario, deve seguire una logica di Integrated Pest Management al fine di garantire un risultato sicuro nel contenimento di questo infestante. Sulla base di questi presupposti da tempo Colkim ha sviluppato un proprio programma specifico per il controllo delle mosche, inserendo una serie di prodotti con principi attivi specifici per ogni stadio di sviluppo dell’insetto oltre a sistemi che possiamo definire fisici, a cui oggi si va ad aggiungere un prodotto specie-specifico per le forme adulte in formulato granulare, l’Advion® Mosche Esca Granuli.

Entrando nello specifico dell’ Advion® Mosche Esca Granuli possiamo evidenziare come il principio attivo principale sia costituito da Indoxacarb (0,00796%) che, rispetto ai tradizionali principi attivi utilizzati ha una diversa modalità d’azione (compresi i piretroidi). Si ha infatti che il principio attivo viene bioattivato da parte degli enzimi dell’insetto legandosi al canale del sodio e bloccandolo, il che porta ad una rapida interruzione dell’alimentazione, paralisi e morte dell’insetto. Ma oltre ad essere interessante il processo chimico d’azione del principio attivo è ancora più interessante notare come Advion® Mosche Esca Granuli non risulti in alcun modo repellente e non presenti resistenza incrociata con altre molecole. Altra caratteristica importante è che Advion® Mosche Esca Granuli è un prodotto Biocida (PT18) con autorizzazione n° IT/2021/000708/MRP da posizionarsi su appositi distributori d’esca.

Se il prodotto, già solo per le sue caratteristiche chimiche costituisce una rivoluzione nell’approccio alla lotta delle forme adulte di mosche, sulla base della Misure di Mitigazione del Rischio si sono studiati dei dispenser che unissero la possibilità di impiego di 40 grammi di prodotto per punto esca ogni 20 m2 (2g/m2), che potessero essere posizionati in altezza (sicurezza per animali no-target e bambini) oltre ad essere a prova di manomissione se posizionati in area esterna e naturalmente performanti per la loro funzione dispensativa di prodotto. Viste quindi le diverse necessità si sono sviluppate due tipologie di Bait Station.

Bait Station AMG Indoor:

Studiata specificatamente per le aree interne è costituita in polipropilene di colore giallo e della dimensione di 190x163x255 (h) cm. Presenta una struttura a parallelepipedo rettangolare con una superficie interna che garantisce la corretta distribuzione di 40 grammi di prodotto. Grazie alle pareti alveolate viene garantita la massima esposizione di  Advion® Mosche Esca Granuli, senza che rimangano delle esche “nascoste” ed è possibile in ogni momento valutare la quantità presente. Naturalmente alla base della Bait Station è presente una superficie convessa che evita la dispersione del prodotto a terra. Da non dimenticare il sostegno in acciaio presente alla sommità della stazione dispensativa che permette un facile ancoraggio in altezza.

Bait Station AMG Outdoor:

Studiata specificatamente per gli ambienti esterni e sulle indicazioni della Mitigazione del rischio risulta “chiusa”, ovvero protetta da possibili eventi meteorologici che potrebbero danneggiare l’esca e a prova di manomissione. Grazie ad una serie di vassoi interni è possibile dosare uniformemente Advion® Mosche Esca Granuli e una volta chiuso il dispenser, grazie a delle feritoie studiate specificatamente per le mosche, le stesse potranno introdursi all’interno e alimentarsi.

Come abbiamo visto quindi, per un corretto controllo di tutte le fasi di sviluppo delle mosche l’Advion® Mosche Esca Granuli è un prodotto fondamentale e rientra appieno nel programma specifico di controllo delle mosche di Colkim, che in un’ottica di Integrated Pest Management propone:

Controllo delle forme larvali: utilizzo di regolatori di crescita (I.G.R.) a base di diflubenzuron sia in formulazione liquida come il Device® SC-15 con dose di utilizzo di 35,0-70,0 ml/10m2 che in formato granulare No-Larv® Granuli con dose di utilizzo di 0,25-0,50 Kg/10m2

Controllo delle forme adulte mediante trattamenti spaziali: utilizzo di prodotti a base di piretroidi di sintesi con diversa formulazione, con un rapido potere abbattente. Tra tutta la gamma di prodotti Colkim possiamo ricordare  l’ultimo prodotto nato in casa Colkim ovvero la Cymina Super a base di cipermetrina, pralletrina e PBO alla dose di utilizzo in funzione dell’infestazione e della tipologia di superficie dall’1,0 al 2,0 % (100-200 ml in 10 lt d’acqua).

Controllo delle forme adulte mediante spennellatura: il top di gamma Pesguard CT2.6, che è possibile utilizzare anche per trattamenti spaziali.

Controllo mediante esca: il nuovissimo Advion® Mosche Esca Granuli.

Controllo fisico degli adulti mediante cattura massale: grazie a Fly Bag e Bio Fly Trap, due trappole a cattura con attrattivo proteico diverso per garantire ogni esigenza operativa.

Controllo Fisico mediante Lampade UV: grazie ad una gamma completa di lampade a luce UV a base collante da posizionarsi in ambito di agronomico tipo la serie Chameleon® 1×2, 2×2 o 4×4, nelle aziende alimentari come le Chameleon® Vega o ancora in bar, ristoranti, ecc. come le Chameleon® Sirius oppure lampade mono e bifacciali elettroinsetticide come la Nemesis quattro o la Titan 200 IP.