I 5 buoni motivi per utilizzare Avion® Scarafaggi Gel

Advion Scarafaggi Gel è un’esca che unisce una matrice brevettata altamente appetibile ad un principio attivo unico, l’Indoxacarb, per il controllo completo di tutte le più importanti specie di scarafaggi. 

 1. Appetibilità 

Diversi studi hanno dimostrato che Advion Scarafaggi Gel è estremamente appetibile, piú della maggior parte dei gel presenti sul mercato. L’esca si mantiene stabile, appetibile ed efficace per almeno tre mesi dopo l’applicazione. 

In aggiunta, la sua formulazione è stata specificamente sviluppata per vincere l’avversione all’esca in gel mostrata da alcune popolazioni di scarafaggi. Syngenta è impegnata a monitorare qualsiasi cambiamento nella reazione degli insetti, per garantire la massima efficacia delle sue esche anche negli anni a venire. 

Fonte dati Syngenta Brasile: https://www.youtube.com/watch?v=IL0Ujl_tjkA 

2. Efficacia 

Advion Scarafaggi Gel è l’unico prodotto sul mercato che ha dimostrato un’efficacia potenziata grazie alla trasmissione terziaria.  

Questo permette un controllo migliore degli scarafaggi rispetto ai prodotti che portano alla sola trasmissione secondaria. 

3. Effetto domino e trasmissione terziaria 

ll leggero ritardo dell’effetto letale del principio attivo contenuto in Advion Scarafaggi Gel fa sì che le blatte, una volta consumata l’esca, abbiano il tempo di ritornare nel loro rifugio e contaminare altri individui. Il risultato è una significativa riduzione dell’infestazione ottenuta, nell’esclusivo caso di Advion Scarafaggi Gel, grazie ad un doppio effetto domino (trasmissione secondaria e terziaria). 

4. Controllo di un’ampia varietà di scarafaggi 

Advion Scarafaggi Gel è stato formulato specificamente per risultare appetibile alla maggior parte di scarafaggi infestanti tra cui: 

  • Blattella germanica (Blattella germanica) 
  • Scarafaggio nero (Blatta orientalis) 
  • Blatta americana (Periplaneta americana) 

5. Sicurezza 

Grazie al processo di bio-attivazione, gli enzimi interni dello scarafaggio convertono la molecola di Indoxacarb nella sua forma letale. Questa attivazione metabolica fa sì che l’Indoxacarb distingua efficacemente tra insetti bersaglio e organismi non bersaglio, come i mammiferi, cosí da consentire ai professionisti della disinfestazione di gestire al meglio il controllo degli insetti infestanti e i suoi effetti sull’ambiente. 

 

 

PRESENTAZIONE SISTEMA ZEFIRO 300. Per abbattere la contaminazione ambientale da virus e batteri anche in presenza di persone

Vi invitiamo alla presentazione del Sistema Zefiro 300 organizzato da Confindustria che si terrà

Martedì 8 Settembre 2020
dalle ore 15.00 alle ore 16.00
via web

L’evento è organizzato da Confindustria ma tutti possono partecipare. L’incontro è gratuito.

Tutti i dettagli per partecipare verranno indicati a coloro che si iscriveranno.

La mosca delle soffitte, Pollenia rudis

Il termine volgare anglosassone relativo a Pollenia rudis (“cluster fly” – mosche a grappoli e “attic fly” – mosche delle soffitte) deriva dalle abitudini degli individui alati di passare l’inverno in grande numero negli ambienti protetti. La specie si riconosce per la presenza di setole giallastre sul protorace e per le ali tenute a riposo sul dorso parzialmente sovrapposte una sull’altra.Talvolta centinaia o migliaia di individui si ammassano nelle parti superiori degli edifici all’interno di cavità nei muri, solai, soffitte, sottotetti, quasi sempre esposti a sud e a sud-ovest. Questi sono gli adulti dell’ultima generazione estiva (le larve sono parassiti nel terreno di lombrichi) i quali, all’avvicinarsi delle temperature più fredde, tendono a penetrare nelle abitazioni attraverso piccole fessure presenti nei cornicioni e nella copertura del tetto oppure insinuandosi nelle discontinuità dei serramenti di porte e finestre. Tale comportamento è legato alla progressiva diminuzione della temperatura esterna fra il giorno e la notte: le mosche si riposano sui muri riscaldati dal sole e, al tramonto, infestano i locali più idonei. Attratte dalla luce, solitamente si riuniscono in gran numero in prossimità dei vetri delle finestre e dei lucernari, dove risultano particolarmente fastidiose e moleste nelle giornate invernali insolitamente tiepide.

Con l’aumento delle temperature primaverili il fenomeno dello “svernamento” tende generalmente a scomparire, in quanto gli insetti che sono sopravvissuti si disperdono all’esterno, al fine di raggiungere luoghi più adeguati per l’alimentazione e l’attività riproduttiva.

Non è chiaro perché un edificio venga pesantemente infestato ed un altro, adiacente, simile per dimensioni, colore, età non lo sia. In ogni caso il fenomeno, nel tempo, potrà verificarsi di nuovo. Di conseguenza i fenomeni di svernamento nelle case non sempre dipendono da situazioni ambientali contigue al luogo infestato: i focolai larvali possono essere lontani e, per quanto riguarda Pollenia rudis, specie con forme giovanili nascoste nel terreno, rimangono praticamente sconosciuti e ingestibili.

Lotta e prevenzione

Sfortunatamente, una volta che gli insetti hanno colonizzato un edificio, risulta particolarmente arduo eliminarli. Quanto più grande e complessa è una struttura, tanto più è difficile ottenere risultati soddisfacenti. Anche dopo ogni trattamento spaziale possiamo osservare delle mosche in attività. Risulta più importante invece trattare le cavità e fessure colonizzate dai Ditteri con prodotti residuali oppure catturare direttamente gli insetti con un aspiratore. In molti casi l’utilizzo di una lampada luminosa è particolarmente indicato, specialmente se i siti di svernamento non vengono individuati.

Il metodo migliore per controllare queste invasioni è semplicemente quello di impedire agli infestanti di colonizzare gli ambienti antropici. Oltre a particolari attività d manutenzione e ristrutturazione dell’edificio, è necessario conoscere per quella determinata area geografica il periodo in cui è più probabile l’inizio del fenomeno. Una buona regola è quella dei trattamenti preventivi sui muri e sulle superfici a rischio, quelle più calde, a fine agosto-settembre: le formulazioni insetticide come “microincapsulati e sospensioni concentrate sembrano particolarmente indicate.

In alcuni paesi del Nord Europa viene utilizzata la lavanda come repellente nei confronti di questi insetti molesti.

 

Nuovo aspetto della lente Airoma Dispenser

Airoma® è il primo distributore automatico di fragranza per ambienti nato in Vectair. Fa parte di una famiglia completa di articoli studiati per migliorare la pulizia e la deodorazione di ambienti pubblici e privati.Airoma® offre opzioni di programmazione flessibili e facili da usare.

Da oggi la classica lente personalizzabile di Airoma® avrà un aspetto ancora più professionale grazie a una lente dall’aspetto rigonfiato.

La personalizzazione richiede tempi un po’ più lunghi ma il risultato sarà eccellente.

 

Per maggiori informazioni contattare il responsabile di zona.

 

Sistema Xignal sempre più performante

Il Sistema Xignal diventa sempre più performante e competitivo. Da giugno (2020) sono state apportate notevoli modifiche:

  • Trappole per topi e ratti modificate con durata della batteria da 3 a 5 anni.
  • Disponibilità di due router diversi, uno per interni e l’altro per esterni. I router avranno automaticamente la possibilità di incorporare una scheda sim oppure di attaccarci semplicemente il cavo ethernet.  La principale differenza tra i due è che il segnale del router da esterni ha un raggio d’azione di 3-4 km, invece quello da interni arriva ad un massimo di 200 metri.
  • Connessione dati con la Sim per tutta Europa. Si può comunque utilizzare una propria Sim.
  • Sono finalmente disponibili due sensori: il Motion e il Sense. 
    • Motion. Rileva i movimenti a infrarossi e manda un segnale al dispositivo.
    • Sense. È collegato ad un magnete che se tolto manda un segnale. Il magnete viene attaccato a porte o finestre che, se aperte, manda il segnale. Utile per capire quante volte si apre un ingresso e per controllare che non rimanga aperto e che quindi non vi siano entrate esterne.
  • Inoltre è disponibile la Demo Case. Una valigetta elegante e professionale per proporre e far provare il sistema ai clienti: all’interno ci sono 3 trappole per topi e 2 per ratti con il relativo router da interni.

 

Per maggiori informazioni contattare il responsabile di zona.

 

Sensamist: quando il profumo attrae

Il profumo è un importante fattore di influenza emotiva e oltre a profumare un ambiente come soluzione per mascherare odori e odori sgradevoli, oggigiorno è comune sperimentare la fragranza come “esperienza” dell’utente in un luogo.

Le aziende stanno realizzando la potente capacità del nostro senso dell’olfatto e stanno usando la magia del profumo per connettersi profondamente con le nostre emozioni.

I diffusori di profumo SensaMist™ utilizzano la tecnologia avanzata dell’atomizzatore per creare una sottile nebbia di fragranza che viene poi diffusa nell’ambiente.

STORM ULTRA SECURE E’ ARRIVATO!

STORM ULTRA SECURE:
il nuovo prodotto marchiato BASF.. “era dal lancio del Goliath di 25 anni fa che non ci veniva proposto un prodotto Basf di così alto livello”.

FINALMENTE E’ ARRIVATO!

Questo nuovo topicida è a base di Flocoumafen a 25 ppm, un anticoagulante a dose singola di seconda generazione. Uno dei vantaggi di questo principio attivo è che non ha resistenza.

Storm Ultra Secure è registrato per tutte e tre le specie di roditori sinantropici e non è classificato

Si presenta in blocchi da 25 grammi con foro centrale ed è completamente senza paraffina. Questa particolarità lo rende certamente molto appetibile.

Tutte le prove condotte fino ad oggi stanno avendo risultati sorprendenti, permettendo a Storm Ultra Secure di attestarsi a pieno titolo sul podio delle formulazioni rodenticida più appetibili ed efficaci ad oggi presenti sul mercato!

Scarica la Scheda Tecnica e la Scheda di Sicurezza

Per ogni informazione o approfondimento, non esitare a contattare il tuo referente di zona!

Hydrocip: entra a pieno titolo nell’offerta insetticidi Colkim!

Vi ricordate che a febbraio vi avevamo preventivamente parlato della classificazione della tetrametrina secondo regolamento CLP?
Oggi siamo arrivati ufficialmente a quella data, quindi riteniamo doveroso rifare un veloce punto della situazione!

Il Regolamento (UE) 2018/1480 che modifica il Regolamento 1272/2008 (CLP) aggiorna la  classificazione armonizzata di diverse sostanze già presenti, tra cui quella del principio attivo Tetrametrina (N. CAS 7696-12-0).
Secondo tale regolamento, a partire dal 1°Maggio 2020 sarà obbligatorio applicare le nuove disposizioni legislative e fin da subito immettere sul mercato prodotti recanti la nuova classificazione, senza poter godere di un periodo di smaltimento scorte.
Per i prodotti contenenti Tetrametrina tecnica in quantità pari o superiori all’1% sarà obbligatorio aggiornare la classificazione applicando la frase H351 “Sospettato di provocare il cancro”.

Dei nostri prodotti, sono stati riclassificati:
Cymina Plus,
Cymina Ultra,
Flytrin 6.14,
Permacol 16.2

Fermo restando che anche l’utilizzo dei prodotti classificati H351 rimane consentito per gli utilizzatori professionali anche dopo la data del 1° Maggio, Colkim ha ritenuto importante dotarsi di un’arma in più da rendere disponibile per situazioni sensibili, e particolarmente attente alla classificazione dei prodotti usati.

È per questo motivo che nasce HYDROCIP, il nuovo insetticida concentrato in emulsione acquosa, dotato di rapidità d’effetto e lunga azione residuale. Adatto all’utilizzo nell’industria alimentare.
Grazie alla sua composizione, non è classificato H351 – sospettato di provocare il cancro – diventando a pieno titolo un nuovo tassello di qualità nell’offerta Colkim per la stagione di lotta adulticida.
Già disponibile alla vendita!

Scarica la Scheda tecnica
Per ogni informazione o approfondimento, non esitare a contattare il tuo referente di zona!

Il Magazzino di San Martino in Strada (LO)

A causa dell’emergenza Covid-19 in cui ci siamo trovati tutti catapultati da inizio Marzo, la direzione di Colkim ha ritenuto d’obbligo chiudere il Magazzino di San Martino, sito a meno di 10 km dal primo focolaio di Codogno, per tutelare al massimo il proprio personale dipendente, nonché i propri clienti.

Fortunatamente la situazione di Codogno nello specifico è migliorata e ad oggi non è più zona rossa. Tuttavia, leggendo il recente DPCM, e nell’obiettivo di adottare comportamenti responsabili e virtuosi, la direzione Colkim ha ritenuto di prolungare la chiusura della sede di San Martino in Strada fino alla fine del mese di Maggio.

Saremo invece felici di riprendere l’attività (salvo diverse disposizioni) da Giugno! Non vediamo l’ora di rivedervi di persona, seppur con tutte le precauzioni necessarie.

Nel frattempo, noi rimaniamo al vostro servizio.
Tutti i clienti abituati a ritirare le merci presso San Martino in Strada, potranno contattare gli uffici di Ozzano (Tel 051.799.445; Mail ordini@colkim.it) e organizzare tempestivamente una spedizione tramite corriere dei materiali di cui necessitano.

#distantimauniti #noicisiamo